Giochi con cani: Quali sono e come farlo divertire
Giochi con Cani

Giochi con cani: Quali sono e come farlo divertire

In casa o in giardino, dagli amici o in vacanza, quando fuori piove o c’è il sole. Per il tuo cane non è importante dove giocare, ma come: farlo, per lui, significa stare bene, divertirsi, trascorrere del tempo con te e imparare cose nuove. Ci sono tanti giochi con cani che si possono fare insieme per combattere la solitudine e conoscersi meglio. Il tuo amico a quattro zampe te ne sarà grato e pronto a farti tantissime feste. Ecco qualche consiglio.

Perché far giocare il cane

I cani sono gli animali domestici per eccellenza perché il legame che si instaura con il padrone è molto forte. Però devi ricordarti che un cane ha bisogno delle migliori cure e attenzioni, non solo per essere sempre sano, ma anche per essere felice e vivere bene a casa tua. Giocare è uno dei suoi bisogni primari fin da cucciolo: aiuta ad eliminare lo stress più facilmente e porta preziosi insegnamenti che migliorano la qualità della sua vita e della tua. E poi giocare significa fare esercizio fisico, eliminare malesseri come letargia o nervosismo e imparare delle regole, fondamentali nel rapporto che si instaura tra di voi. Stimola i suoi sensi e vedrai che giocare con i cani aiuterà a stare meglio tutta la famiglia!

Come giocare con il proprio cane

Comincia a seguire alcune semplice regole. Intanto il suggerimento è di non giocare a livello fisico con il tuo cane, sarebbe meglio optare per dei giochi come gli oggetti adatti che si trovano nei negozi per animali. Tu sei il proprietario e, dunque, poni dei “paletti” ad atteggiamenti aggressivi o non consoni. Quanto giocare con il cane? Sei sempre tu a decidere i tempi e i modi di inizio e fine gioco insieme. Che tu abbia adottato un cucciolo o un cane adulto, impara a istruirlo attraverso pochi e semplici comandi che gli serviranno anche per giocare con te come “lascia” per un oggetto o “seduto” per ricevere un premio. Non ti arrabbiare con lui se non capirà fin da subito e non obbligarlo a fare cose che non vuole. Non stimolare la competitività o l’aggressività, in particolare in alcuni giochi di rinforzo.

E ricorda che il gioco non deve mai proseguire se il cane diventa troppo eccitato o aggressivo. Se avrai tempo da dedicargli e una sana dose di pazienza, vedrai che dirgli “bravo” diventerà una piacevole abitudine.

Giochi con cani in casa

Ovviamente ci sono tantissimi giochi da fare con il tuo cane. Ti diamo qualche idea anche per far giocare il tuo quattro zampe preferito quando resta a casa da solo (non per molto, mi raccomando). Per evitare di avere brutte sorprese al tuo ritorno, lascia che abbia a disposizione i suoi giocattoli. Il passo successivo sarebbe quello di associare i giocattoli al cibo come, ad esempio, una palla per cani che ha due fori alle estremità. La riempi di bocconcini e il cane dovrà trovare il sistema per farli uscire. Si tratta di un’attività molto interessante con cui è possibile tenerlo occupato.

Giochi da fare con i cani

Giocare insieme, comunque, deve essere la tua prima scelta. E giochi da fare con il cane ce ne sono tantissimi. Ci sono alcuni cani che adorano l’attività del “tira e molla” (tiro alla fune con il cane): da una parte il proprietario che trattiene l’oggetto, dall’altra il cane che tira. Ti ricordiamo di stare attento ad attribuire una sequenza corretta al momento del gioco che va, ad esempio, dal “seduto” a “tira” a “lascia” (quando noti che si sta agitando un po’ troppo) al “bravo” e all’eventuale premio. Se viene eseguito correttamente, questo gioco è un toccasana per insegnare regole e autocontrollo.

Dai giochi antistress a quelli che stimolano l’olfatto, il suo senso più sviluppato con i milioni di recettori che servono a stimolare le capacità cognitive. In questo caso puoi attirare la sua attenzione con odori sconosciuti (attento, non a base di sostanze tossiche) oppure fargli trovare del cibo che hai sparso per la casa o fuori. Lui inizierà a cercarlo e, ovviamente, a mangiarlo. Quindi, non esagerare!

Riporto cane” sono due parole indivisibili perché si tratta di uno degli esercizi più richiesti nell’addestramento del cane, ovviamente per gioco. Il nostro amico dovrà raccogliere un oggetto che abbiamo lanciato, riportarcerlo e lasciarlo nuovamente a noi. Se per il cane è innaturale riportare un oggetto che susciti in lui interesse, e ancor più scegliere di cederlo a noi.

Ricordati alcune cose importanti: il riporto funziona se si è già instaurato un certo legame tra padrone e cane e ancor meglio se quest’ultimo ha già imparato il comando “resta” che permette un maggior controllo.

Nascondino con il cane? Certo, sia in casa ma soprattutto all’aria aperta. In questo caso bisognerà nascondersi per casa e chiamare il cane, in modo che lui si attivi per trovare nel più breve tempo possibile il suo padrone. Infine attenzione ai giochi che il cane mette in bocca: evita i prodotti pericolosi e scegli quelli più adatti a lui. Ricorda, servono a sfogare lo stress e a stimolare la masticazione, assicurati sempre che non cerchi di ingoiarli rischiando di soffocare. In particolar modo se è un cucciolo.

Giochi con il cane per veri esperti

Se hai un cane più “sportivo” e magari già abituato alle tue indicazioni, il consiglio è di farlo giocare anche nell’acqua (se, ovviamente, è di suo gradimento) lanciando un oggetto che lui vi dovrà riportare indietro, oppure fare una bella corsa ad ostacoli, utilizzando anche oggetti quotidiani. Non dimenticare, in caso di esito positivo del percorso, un bel premio!

Cosa fare dopo il gioco

Ti ricordiamo che giocare crea affinità tra cane e padrone ma, soprattutto, che i cani non capiscono parole come “Oggi voglio solo starmene disteso sul divano”: loro vogliono giocare! Dedicargli un po’ del tuo tempo è il modo più immediato per rendere il tuo cane felice.
Sarai ricompensato con tanto affetto e una leccata di gratitudine!